Come far eccitare una donna

Come farla eccitare

Portare una donna al godimento totale, facendola eccitare anche soltanto se ti guarda, è uno dei sogni? Abbiamo chiesto ai maggiori sex expert alcuni consigli che riportiamo in questo articolo. Dopo la lettura sarai in grado di mettere in atto alcune attenzioni e strategie, utili per eccitarla, che faranno di te un eroe dell’eros, portandola a un passo dal cielo.

Come fare eccitare una donna fin dai preliminari

L’universo dei sessuologi è concorde nell’affermare che non esiste un perfetto manuale dove viene spiegato punto per punto come eccitare una donna.

Tale asserzione trova conferma nell’idea comune di come l’esperienza nelle arti amatoriali sia l’unica dote da possedere per portare una femmina al godimento totale.

Nell’incontro con una donna, prima di mettere la quarta e partire velocemente, aspettandosi un orgasmo imminente, ti serve una buona dose di savoir faire.

Ci sono alcune azioni che sono in grado di coinvolgere mentalmente una donna al punto da farla eccitare soltanto con uno sguardo. Si tratta di semplici gesti come passarsi sensualmente la lingua sulle labbra, alludendo in maniera naturale al desiderio di baciarla.

Dedica diverso tempo a tali preamboli che iniziano a trasportarla verso l’eccitazione. Gli istanti che precedono i preliminari sono magici perché capaci di creare quell’alchimia piccante necessaria a eccitarla.

Con giochi di sguardi, carezze a fior di pelle, baci lenti e invitanti sulle labbra, sono ottime premesse eccitanti e passionali.

Sono attimi eterni, momenti in cui la voglia di lei inizia ad abbassare la guardia e dove il desiderio inizia a farsi strada, in attesa di godere in profondità e in maniera voluttuosa.

Come farla eccitare toccando i punti giusti

Arrivati a un punto fortemente provocante di carezze sempre più spinte, per farla eccitare sempre più, le mosse successive da mettere in atto sono quelle impudicamente carnali. Siamo alla fase dove qualsiasi difesa non esiste e prevale soltanto la voglia di continuare nell’eccitazione completa.

È il momento di affondare le dita nell’intimità della tua donna, facendola sentire femmina, toccando con l’abilità delle dita le labbra dei genitali, stimolando la loro apertura con carezze lente e leggere.

Si tratta di mosse adatte a portarla all’eccitazione anche sopra i vestiti, massaggiando le zone intime con una gestualità maschile invitante che compare all’improvviso e che nemmeno sapevi di possedere: è il giusto preambolo dell’ardore infuocato della passione che ci sarà tra le lenzuola.

Il rimanere da soli, occhi contro gli occhi, osando con baci sempre più profondi e con calde carezze sempre più erotiche, le tue mani possono iniziare a spingersi oltre.

È il momento in cui sei è oltre l’osare, dove puoi oltrepassare il confine con la biancheria intima femminile, toccando lievemente i suoi capezzoli e i seni, fino a stringerli in una morsa lussuriosa, dove sveli il tuo desiderio ormai in maniera carnale.

Puoi sentire la sua eccitazione in ogni punto del suo corpo, tramite i brividi e gli umori di cui avverti già l’odore e il sapore.

Dall’eccitazione superficiale della carne, arrivi a esplorare le piccole e grandi labbra, prima di essere accolto nel suo caldo clitoride. Potrai sentire i fremiti dei suoi fianchi e i gemiti sempre più eccitanti che ti trascineranno verso l’oblìo dei sensi.

La tua attesa colma di brividi è stata capace di eccitarla al punto di portarla a una moltitudine di orgasmi che non ti aspettavi, frutto della passione e del desiderio.

Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.